Alla fiera del trash: Mega Piranha

Ok, so che forse mi pentirò di questo post perché passerò tutto il giorno a rimuginare su come io abbia nel bene o nel male (nel mio caso nel male ovviamente) alimentato uno pseudo fenomeno virale che definire trash è un eufemismo estremo: MEGA PIRANHA.
Della “celebre” casa di produzione “The Asylum” (insomma quanti di quelli che lavorano a questi film non hanno mai avuto a che fare con un manicomio) Mega Piranha, di cui ieri il canale Cielo ci ha deliziato, è riuscito a raggiungere in mostruosità quello spettacolare esempio di spazzatura non riciclabile che è “Sharknado”.
megapiranha_large

Continua a leggere

Un viaggio nella Desolazione di Smaug (tra pregi e difetti)

Sono da poco uscita dal cinema dove, dopo una lunga, lunghissima attesa, sono andata a vedere “Lo Hobbit: la desolazione di Smaug”, un film sul quale sbavavo ormai da un anno (esattamente da dopo aver finito di vedere il primo XD)
Premetto che apprezzo davvero molto i film che si discostano dai romanzi da cui sono tratti per dare loro una reinterpretazione mantenendone però l’essenza e devo dire che, in tutti i suoi film, Peter Jackson c’è sempre riuscito (ed essendo un’adoratrice dei romanzi di Tolkien sono davvero molto esigente a riguardo).
Ovviamente però il caro, non più rubicondo Jackson ha voluto metterci molto del suo e in alcuni casi lo ha fatto bene mentre altre sboronate poteva anche risparmiarsele.

the-hobbit-the-desolation-of-smaug-poster Continua a leggere