Alla fiera del trash: Mega Piranha

Ok, so che forse mi pentirò di questo post perché passerò tutto il giorno a rimuginare su come io abbia nel bene o nel male (nel mio caso nel male ovviamente) alimentato uno pseudo fenomeno virale che definire trash è un eufemismo estremo: MEGA PIRANHA.
Della “celebre” casa di produzione “The Asylum” (insomma quanti di quelli che lavorano a questi film non hanno mai avuto a che fare con un manicomio) Mega Piranha, di cui ieri il canale Cielo ci ha deliziato, è riuscito a raggiungere in mostruosità quello spettacolare esempio di spazzatura non riciclabile che è “Sharknado”.
megapiranha_large

Continua a leggere

Annunci

Un viaggio nella Desolazione di Smaug (tra pregi e difetti)

Sono da poco uscita dal cinema dove, dopo una lunga, lunghissima attesa, sono andata a vedere “Lo Hobbit: la desolazione di Smaug”, un film sul quale sbavavo ormai da un anno (esattamente da dopo aver finito di vedere il primo XD)
Premetto che apprezzo davvero molto i film che si discostano dai romanzi da cui sono tratti per dare loro una reinterpretazione mantenendone però l’essenza e devo dire che, in tutti i suoi film, Peter Jackson c’è sempre riuscito (ed essendo un’adoratrice dei romanzi di Tolkien sono davvero molto esigente a riguardo).
Ovviamente però il caro, non più rubicondo Jackson ha voluto metterci molto del suo e in alcuni casi lo ha fatto bene mentre altre sboronate poteva anche risparmiarsele.

the-hobbit-the-desolation-of-smaug-poster Continua a leggere

Il lato oscuro delle favole

Buonsalve a tutti!
Oggi torno a parlare dei miei scritti segnalando un’antologia davvero molto particolare dedicata alle fiabe che ci hanno accompagnato durante l’infanzia rivisitate in chiave Gotica e Horror.

1000962_421691227936658_1140612637_n

Vi avverto non sono favole da leggere ai bambini.
In Favole Oscure, edito dalla Mela Avvelenata, le fiabe infatti si tingono di sangue e violenza rivelando la loro vera natura oscura. Insomma diciamocela tutta: le storie che conosciamo e che leggiamo ai bambini sono solo versioni riadattate per essere accessibili ai più piccoli. Ne esistono infatti versioni inquietanti e cruente  (come quella di Cenerentola in cui le sorellastre si tagliano le dita dei piedi e i talloni per entrare nella scarpetta) e questa antologia ne offre proprio una rielaborazione dando loro allo stesso tempo una voce tutta nuova.

L’antologia è stata curata dai grandi Alexia Bianchini e Fabrizio Fortino ed è introdotta dalla prefazione di Fabiana Redivo. La splendida copertina invece, che racchiude un elemento di ogni fiaba inserita, è del bravissimo Ignazino Piacenti.
Per quanto riguarda il mio racconto si tratta de “La Regina delle Nevi”, rielaborazione dell’omonima favola di Hans Christian Andersen che, ho scoperto, non è poi così conosciuta come pensavo.

gli altri autori che hanno parteciapto sono:

Mario De Martino
Claudio Cordella
Daniela Barisone
Alexia Bianchini
Rigoni Fiorella
Fabrizio Fortino
Nicola D’onofrio
Simone Colaiacomo
Sabrina Rizzo
Connie Furnari
Anna Grieco
Lorenzo Crescentini

Se siete interessati, ecco qui il link per comprare l’e-book dell’antologia su Amazon  altrimenti siete più che liberi di non prendermi troppo sul serio 😉